|Recensione| Io e te come un romanzo di Cath Crowley

By Sara - 14:58:00

Bentornati sul blog cari lettori,

oggi per iniziare al meglio la settimana vi propongo la recensione di uno dei romanzi più chiacchierati del momento: Io e te come un romanzo di Cath CrowleyCuriosi di conoscere questa storia?

GENERE:YA

DeA
Pagine 280
Prezzo 14.90
Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come il giorno in cui Rachel ha detto addio al suo migliore amico, Henry Jones. Era una sera d'estate, e lei stava per trasferirsi dall'altra parte del Paese. Ma, prima di andarsene, si era nascosta nella libreria gestita dai Jones e aveva infilato una lettera nel libro preferito di Henry. Una lettera d'amore a cui Henry non aveva mai risposto. Ora, però, sono passati tre anni e quel giorno sembra lontano una vita intera. Perché nel frattempo il fratello di Rachel è morto, e lei è l'ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e l'unica via d'uscita sembra tornare a casa. Dalle cose che Rachel ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano quindi a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle parole. E, mentre tra gli scaffali impolverati della libreria si intrecciano le storie di tutta la città, Rachel e Henry si ritrovano. Perché non c'è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovare se stessi.



Mi capita molto spesso di parlare con altri lettori e puntualmente quando fuoriesce il tema YA, spesso i nostri pareri non coincidono.Il problema è che molti hanno un'opinione piuttosto stereotipata del genere, persone ormai deluse dal genere YA perché tutti uguali, privi di contenuti e chi più ne ha più ne metta. Ogni volta quindi mi ritrovo a dover difendere un genere dicendo che non sono tutti uguali e che sull'insuccesso del singolo non si possono far basare tutti pregiudizi di un'intera categoria, fatta di storie da leggere tutte d'un fiato,personaggi ricchi di spessore  e pieni di sentimenti puri. Puri perché non troverete mai romanzi in cui le varie emozioni sono descritte con la schiettezza e la fragilità tipiche di un adolescente. Io e te come un romanzo è un perfetto esempio da portare a chi non crede più nel YA, a chi crede che siano solo romanzi per ragazzi,a chi si rifugia negli stereotipi. Potreste stupirvi della quantità di emozioni che riuscirà a regalarvi.
«Va’ a dormire» gli dice suo padre. «Domani andrà meglio.» «Senza offesa, papà» ribatte Henry «ma l’amore non corrisposto fa schifo a qualsiasi ora del giorno. Forse la mattina è anche peggio, perché hai tutta la giornata davanti.» «Non mi offendo» dice Michael. «Non hai tutti i torti.»
I protagonisti della storia sono Henry e Rachel,migliori amici da sempre, fino a tre anni fa inseparabili.Inseparabili fino al trasloco di Rachel in un'altra città.Inseparabili fino alla comparsa di Amy nella vita di Henry.Inseparabili fino al giorno in cui Rachel con una lettera dichiara i suoi sentimenti per Henry e non riceve risposta.Passano tre anni e Rachel decide di ritornare a  casa  per non pensare al fardello troppo grande che porta al suo interno.Cosa l'ha spinta a ritornare?Riuscirà a tenere a bada i suoi sentimenti per Henry che ha tanto cercato di sopprimere in questi tre anni di lontananza?

La storia creata dalla Crowley è piena di amore per i libri, non ho mai letto un romanzo in cui la presenza dei libri fosse così presente, potremmo dire che rappresentano il terzo protagonista della storia.L'amore per la lettura, le pagine, le parole è un amore che l'autrice ha descritto con delicatezza e magnificenza. 

«Ha un bel sorriso, vero?» «Amy?» «Rachel» dico. Lola guarda alle mie spalle e poi di nuovo me. «Non è che voi due…?» «Sto ammirando il suo sorriso, tutto qui. Rachel e io abbiamo un rapporto puramente platonico.» È bellissima, comunque. Non sarei umano se non mi rendessi conto di quanto è bella. Penso che sia perfettamente accettabile, in qualità di suo migliore amico, che me ne renda conto. È bellissima, è coraggiosa e scrive delle belle lettere.

Io e te come un romanzo è un romanzo nel romanzo perchè non ripercorriamo solo le vite dei due protagonisti ma durante la lettura attraverso delle lettere lasciate nella ''Biblioteca delle lettere'' della libreria di libri usati della famiglia, viviamo la storia di George (sorella di Henry) e il suo ammiratore segreto.Non vi nego che la loro storia l'ho addirittura preferita alla principale.George è impossibile da non amare.Purtroppo non posso svelarvi nulla,ma credetemi, quando inizierete a capire chi sia il suo ammiratore segreto, gli occhi lucidi non mancheranno.


Rachel è stata una continua scoperta.Ho adorato la sua fragilità, il suo altruismo, la sua allegria e il suo rapporto con Henry.Leggere del suo percorso è stato molto intimo, a volte anche doloroso per l'impotenza che tutta la sua situazione crea.Mi sono sentita subito vicino a lei così vicina da avere l'istinto di entrare nel romanzo è prendere a schiaffi Henry.Perchè? Perchè nonostante le voglia un bene infinito, continua ad essere succube di Amy, la sua ex ragazza, pronta a ritornare da lui in qualsiasi momento.Fortunatamente le vicende migliorano e il lettore è completamente immerso nel suo cambiamento e nel suo amore sconfinato per i libri.Assisterete ad una delle dichiarazione d'amore più belle di sempre e ad un finale meravigliosamente imperfetto.

«Forse non è stato ingannato dall’universo. Forse l’universo stava cercando di concentrare tutta la bellezza per lui.» «Non è una teoria molto scientifica» obietto. «A volte la scienza non basta. A volte c’è bisogno dei poeti.» È in quel momento, in quel preciso istante, che mi innamoro di nuovo di lui.
Man mano che avanzavo nella lettura mi si è stretto più volte il cuore perché l'autrice è riuscita a creare una trama così intersecata e ricca di emozioni che difficilmente riuscirete a posare il romanzo prima di averlo terminato.Io e te come un romanzo entra a far parte della cerchia ristretta di YA che porterò nel mio cuore ancora per un po'.Vi farà ridere, vi farà commuovere, vi arrabbierete e vi riempirà il cuore di gioia,oltre a farvi aggiungere una ventina di titoli alla vostra wishlist!




  • Share:

You Might Also Like

4 commenti

  1. Lo YA è un genere molto criticato purtroppo, io faccio l'opposto, nel senso che trovo molto simili tra loro i New Adult, infatti non trovo mai uno che mi interessi davvero, diverso è per gli YA, c'è sempre uno che spicca nel mucchio e di solito quello finisce per piacermi!
    Ho letto anche io il libro e devo dire che mi è piaciuto, l'inizio è stato un po lento (Henry l'avrei preso a pugni un momento si e l'altro pure) poi la storia ha subito una brusca svolta e da lì in poi è stata una miriade di emozioni, bello, alla fine ho rivalutato pure quel piagnucolone di Henry AHAHA Anche a me è piaciuta tanto George *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo d'accordo su tutto allora *-*
      Condivido con te sugli NA, ma credo sia un genere che non smetterò mai di leggere!

      Elimina
  2. L'altro giorno mi sono imbattuta in questo libro e dopo avere visto la trama, l'ho inserito nella WL. Ora, dopo aver letto la tua recensione, sono sicurissima che sarà una lettura che non mi deluderà! Sono d'accordo con te quando dici che non tutti i YA sono uguali. Ci sono storie ben scritte ed altre che andrebbero "cestinate", ma è così con qualsiasi genere. Poi non mi stancherò mai di dirlo "La lettura è una delle cose più personali che esista". Il giudizio di un libro dipende quasi interamente dai gusti del lettore. Puoi trovarti difronte il più bravo degli autori, ma se non scatta la sintonia... cambiare idea è difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente e completamente d'accordo con te!

      Elimina