Ultime recensioni

sabato 15 aprile 2017

Recensione LA STAZIONE DI BOLOGNA di Matteo Fantuzzi

Buongiorno cari lettori,
oggi vi parlo di una raccolta di poesie dedicata alla strage di Bologna del 1980.Una macchia nera nella storia del secondo dopoguerra italiano.

LA STAZIONE DI BOLOGNA di  Matteo Fantuzzi

Data d’uscita: 
Marzo, 2017
Collana: 
ZOOM Poesia
Pagine: 
22
Prezzo: 
2,99€
Genere: 
E-book




“È lì che si comprende / il senso di una strage, / quando il silenzio avvolge e copre / senza scelta e senza distinzione / come la gente attorno a una stazione / che prende il treno per lavoro / o per le ferie, a inizio agosto / di mattina, come sempre.”















Come vi anticipavo all'inizio,la raccolta ha come tema centrale la strage avvenuta nella stazione di Bologna negli anni 80 divenendo il più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo dopoguerra, da molti indicato come uno degli ultimi atti della strategia della tensione.


La raccolta senza troppi artefatti racconta  la cruda e profonda verità ed attraverso uno stile scorrevole e lineare arriva dritta al cuore di chi legge.
L'autore descrive quel giorno con gli occhi di chi ha visto la disperazione e il terrore.Gli occhi di chi innocente si è trovato nel treno quel fatidico giorno.

Parole che ora più che mai sembrano così attuali.
Parole che ancora oggi fanno più male delle armi.
Parole di rabbia,
parole di perdita,
parole di rassegnazione,
parole di dolore,
parole di rinascita.

Una raccolta assolutamente consigliata a chi quegli anni li ha vissuti ma soprattutto a chi non c'era.Per ricordare.
Sempre.




Vi lascio qualche informazione in più sull'autore:

Matteo Fantuzzi

Matteo Fantuzzi è nato nel 1979 a Castel San Pietro Terme (Bologna), e vive a Lugo di Romagna, in provincia di Ravenna. Ha pubblicato Kobarid (Raffaelli 2008, Premio Camaiore Opera prima, Premio Penne Opera prima). Suoi testi sono apparsi su molte riviste tra cui “Nuovi Argomenti”, “Il Verri”, “Yale Italian Poetry”, “Italian Poetry Review”, “Gradiva” e antologie tra cui Jardines Secretos. Antologa de la joven poesa italiana (Sial 2009) e Poeti italiani del Duemila (Palomar 2011).

È co-direttore delle sezioni “Creative Writing” e “Anthologies” della rivista “Mosaici” della St. Andrews University (Scozia), direttore della collana di poesia contemporanea della Ladolfi Editore, coordinatore delle redazioni della rivista “Atelier”. Oltre ad essere creatore del portale UniversoPoesia, ha curato La linea del Sillaro sulla Poesia dell’Emilia-Romagna (Campanotto 2006), La generazione entrante sui poeti nati negli anni Ottanta (Ladolfi 2011) e, assieme a Isabella Leardini, Post ’900. Lirici e narrativi (Ladolfi 2014).

Scrive sulle pagine online del quotidiano “l’Unità”.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...