Ultime recensioni

mercoledì 21 dicembre 2016

Recensione :Una fredda mattina d'inverno di Barbara Taylor Sissel

Buongiorno cari lettori,
come iniziare al meglio la giornata se con con un bel Thriller psicologico ?

Uno stupido incidente, una nebbia di ricordi.
Cosa è successo davvero quella fredda mattina?

Una fredda mattina d'inverno

Barbara Taylor Sissel





Un grande thriller

In una fredda mattina di ottobre, Lauren Wilder arriva a un pelo dall’investire Bo Laughlin, che cammina lungo il bordo della strada. Bo, un giovane molto conosciuto nella piccola città di Hardys Walk, sembra non aver riportato danni, anche se il sesto senso di Lauren le suggerisce il contrario. La verità è che la donna non si è più ripresa veramente dall’incidente che ha avuto due anni prima e non è in grado di fare affidamento sulle sue capacità mentali. Succede, però, che Bo scompare e la polizia cerca di appurare se la sparizione possa essere ricollegata a lei. Lauren è terrorizzata, non tanto da quello che ricorda, ma soprattutto da ciò che non riesce a mettere a fuoco. Proprio perché non sa ricostruire cosa sia successo davvero, Lauren inizia la sua indagine personale per trovare la soluzione del mistero della scomparsa di Bo. Ma la verità può rivelarsi scioccante più di qualunque menzogna, e purtroppo non sarà lei la sola ad affrontarne le conseguenze…

Lauren Wilder è il primo personaggio che incontriamo,ma mentre sta guidando prende una strada sbagliata. Possiamo sentire subito che qualcosa non va in lei ... c'è disorientamento, confusione, la stessa confusione si percepisce quando descrive l'uomo che vede in piedi lungo la strada.

Bo Laughlin è un personaggio familiare ai residenti della piccola cittadina del Texas, Hardys Walk, e la sua eccentricità è a volte più accentuata del normale. Si sa però che è il fratellastro di Annie Beauchamp, una giovane donna che lavora nel bar in città.Cosa hanno in comune? Entrambi hanno perso la loro madre.

Oltre Lauren anche Cooper Gant, ha visto la stessa cosa quella notte. Ma Dove si trova Bo adesso,ma soprattutto è in pericolo?
 "Mi dispiace è una parola po 'così inutile."disse Tara "E' meglio di niente", rispose Lauren. "A volte è tutto quello che abbiamo."

Nel frattempo,quando il passato di Lauren viene a galla (il terribile incidente che l'ha lasciata con una lesione cerebrale e problemi di memoria, e la sua conseguente abuso di antidolorifici), possiamo entrare maggiormente in sintonia con lei e capire cosa sta vivendo.

Poi c'è Tara, la sorella di Lauren, il cui coinvolgimento con Greg, un noto tossicodipendente, potrebbe essere in qualche modo collegato a quello che è successo a Bo.
''Tesoro,puoi essere felice nelle stesse scarpe in cui sei triste.''

Come immaginavo, la suspense mi ha tenuto col fiato sul collo mentre giravo le pagine con sempre più avidità per cercare di capire chi c'era dietro tutto e come Lauren fosse coinvolta in tutto questo.Il finale dissolve ogni minimo dubbio e tutti i nodi vengono al pettine.
Assolutamente molto consigliato per gli amanti del genere.Mi raccomando  non fatevi abbattere dalla confusione iniziale!


2 commenti:

  1. Ciao cara, ho questo libro in libreria ma mi ero fatta scoraggiare dalle recensioni poco positive che ho letto, spero di leggerlo comunque presto.. grazie per la tua bella recensione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per averla letta
      Un abbraccio Ely ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...