Ultime recensioni

venerdì 22 aprile 2016

RECENSIONE Giglio Bianco di Simona Bagnato


Disponibile su WATTPAD

TRAMA
Lavinia, sensibile e dolce pianista di talento, appassionata di letteratura, inizia il college con l’amica del cuore Linda. Con un’infanzia difficile e sofferta alle spalle e un’ombra del suo passato che continua a tormentarla, spera di scrivere un nuovo capitolo della sua esistenza e magari incontrare l’Amore. L’unico capace di accendere in lei emozioni mai provate prima, è Luke: ragazzo riservato, dal temperamento instabile che con i suoi splendidi occhi verdi le fa perdere la testa. Luke prova in tutti i modi a starle lontano, per non imbattersi in inutili complicazioni sentimentali; ma nonostante i vani sforzi se ne innamora perdutamente. Resisterà il loro amore appena sbocciato alle insidie e i pericoli che incontreranno? La rabbia e l’insicurezza che tormentano l’anima straziata di Luke, riusciranno a placarsi, grazie alla fiducia incondizionata di Lavinia? Una storia tormentata ricca di desiderio. Un legame che li rende incompleti l’uno senza l’altra.

Devo esservi sincera a primo impatto questo romanzo mi è sembrato uno dei tanti,
uno di quelli che li leggi e dentro di te non ti rimane più nulla se non l'amarezza di non aver scelto romanzo peggiore:
la protagonista alla quale capitano mille e mille disgrazie,
lui il classico bello e dannato e
 la migliore amica esuberante
 poi però ho dovuto ricredermi non appena ho terminato il primo capitolo.
Perché ? Perché è vero che vi sono molti luoghi comuni ma la Bagnato ha una scrittura così ben strutturata e incalzante che ho impiegato due giorni per terminarlo (due perché avevo un esame da preparare altrimenti in un'unica giornata l'avrei terminato).

Il romanzo è denso di argomenti in quanto Lavinia (la protagonista) è reduce di una vita non vissuta a causa delle numerose problematiche che la affliggono e che le si ripresentano alla sua porta in ogni momento,del grande segreto che cela il ragazzo appena conosciuto,dell'omertà dei suoi nonni con cui è stata costretta a vivere fino alla loro morte e dulcis in fundo un padre che lei non sa di aver avuto sempre al suo fianco.

Il romanzo ruota attorno alla storia d'amore tra i due personaggi ma 
a mio parere la perla di tutto è la famiglia e 
l'affetto che il padre di Lav prova incondizionatamente per la propria figlia
 (non voglio spoilerare troppo quindi mi fermo qui con i dettagli ) 
ho adorato ogni singola frase,ogni singolo ricordo ,ogni giustificazione delle azioni compiute dal padre.L'ho trovato così accogliente e mai fuori luogo e questo 
sicuramente grazie all'amore che l'autrice trasmette
 immedesimandosi in lui 
essendo madre di due meravigliose creature.
Mentre lo si legge è facile immaginarsi ogni singola scena e il fatto che il racconto venga descritto da entrami i punti di vista dei personaggi principali l'ho trovato molto entusiasmante.

Ogni capitolo regala un colpo di scena in più e non nego che nel penultimo avrei voluto entrare nel libro e strangolare Luke ma...(lascio a voi scoprire cosa succede).

L'unica pecca a mio parere sono alcune descrizioni un po' spinte che delle volte potevano essere anche evitate,sarebbe stato bello comunque.

Continuerò a leggere la trilogia in attesa di scoprire il futuro in serbo ai due amanti.


Voto complessivo: 3,5/5


Voi l'avete letto ?Vi è piaciuto ?Fatemi sapere nei commenti alla prossima lettori :)





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...