Ultime recensioni

lunedì 18 settembre 2017

|Recensione| La metà che ho lasciato di Monica Carrillo

Buon pomeriggio lettori,per iniziare al meglio la settimana vi propongo la recensione di un romanzo dalla penna elegante ed intensa, La metà che ho lasciato di Monica Carrillo.


Nord
pagine 330
prezzo 16.60
Un attimo di distrazione, una frenata brusca, poi il buio. Malena non sa cosa sia successo, però è consapevole che quell'incidente potrebbe far calare il sipario sulla sua breve esistenza. In bilico sull'orlo dell'abisso, Malena ripensa alle scelte che l'hanno condotta fin lì, agli amici che l'hanno sorretta o delusa durante il cammino, e a Mario, la persona che più di tutte ha forgiato il suo destino. Perché Mario era il suo mondo, mentre lui la considerava solo un'avventura. Malena si era illusa che, col tempo, lui sarebbe cambiato. Ma, ora che il suo tempo forse sta per finire, Malena ricorda i messaggi senza risposta, le parole non dette, i baci negati, i gesti scostanti e i lunghi silenzi. E si rende conto che, per seguire lui, stava sacrificando la sua vita. È quindi arrivato il momento di voltare pagina, di affrontare la verità con coraggio, d'imparare ad amare senza paura e senza rimpianti, soprattutto se stessa. Se il destino vorrà darle una seconda occasione, Malena sarà pronta ad assaporare fino in fondo ogni gioia che il futuro avrà da offrire…




La metà che ho lasciato aveva tutte le premesse per essere un libro che difficilmente avrei dimenticato, purtroppo però man mano che la lettura proseguiva, mi ha convinta sempre meno.


L'intero romanzo è un flusso di coscienza della protagonista, intervallata da alcuni capitoli in cui è la sua cagnolina a parlare.Malena è in bilico tra la vita e la morte ed è proprio in questo breve lasso di tempo che inizia a ripensare alla sua vita:amori, amicizie, famiglia, sogni.Pagina dopo pagina ripercorrerete tutta sua vita, la sua sofferenza,le scelte fatte e le parole non dette.Li rivedrete attraverso dei bellissimi flashback, alcuni molto emozionanti, soprattutto quelli riguardanti il rapporto con la madre, altri un po' meno.La scrittura dell'autrice è magica.Riesce a trasportarti completamente.E' allo stesso tempo poetica e scorrevole,lo dimostra l'aver terminato la lettura in meno di ventiquattro ore.
''Nella mia mente si affollano una moltitudine di idee, di cose che farei e di cose che smetterei di fare se morissi oggi.I ti amo muti nel vento, gli abbracci vuoti,i baci amari, le carezze fredde, gli sguardi da lontano che avrebbero voluto cogliere il calore di un sospiro.''

domenica 17 settembre 2017

|Anteprima| Chef per amore

Simone Rugiati, chef e conduttore di Cuochi e Fiamme, presenta la collana di romanzi Chef per amore.
Con ricette inedite e ampiamente descritte, ci racconta come conquistare un amore a suon di forchetta e coltello, pentole e genialità.
Sei autrici lo accompagneranno in una serie lunga come una cena di sei portate, attraverso l’Italia e in sei regioni diverse.

Uscita: 18 settembre (ebook)

             28 settembre (cartaceo)

Un bacio, mille sapori - Miranda Nobile 

Trama
Bea, trent’anni, lavora nel marketing di una casa editrice milanese. Come una moderna Cenerentola, vive in una minuscola mansarda di un palazzo in centro e ogni giorno sale e scende cento gradini. Tra un impiego che non la entusiasma e una relazione d’amore che non decolla, non ama più nemmeno la città in cui vive e trova pace solo nelle brevi e intense fughe nella vecchia casa di famiglia sulle colline di Bergamo. È il suo rifugio, dove va per riflettere e ricordare la nonna cucinando, senza troppo successo, i piatti che lei le preparava. In una delle sue fughe si imbatte casualmente in un uomo affascinante e trascorre qualche ora in sua compagnia. Solo quando si salutano, Bea si rende conto di aver parlato esclusivamente di sé e di conoscere solo il suo nome: Lorenzo. Il destino sembra averle giocato un ennesimo colpo basso. Ma come a volte accade, la vita sa anche sorprendere e offrire seconde chance, a patto di saperle riconoscere e accogliere... Riuscirà Bea a mettere da parte le paure e a concedersi finalmente la felicità che merita?
Un romanzo fresco e appassionante che porta con sé il sapore della scoperta.

L'autrice
Miranda Nobile è piuttosto timida, per questo preferisce non rivelare molto di sé. Come tante trentenni, assomiglia alla protagonista del suo libro. Alcuni giorni si sente Carrie Bradshaw, degli altri Bridget Jones. Ama la poesia, le risate a crepapelle e le vecchie canzoni, in particolare quelle che non parlano d’amore. Adora il formaggio, il vino rosso e i cani neri. Un po’ meno il cioccolato di Modica. Vive in una città del Nord, barcamenandosi tra la scrittura e il suo vero lavoro. Un bacio, mille sapori è il suo primo romanzo.



Piccante e delizioso – Anna Grieco e Alexia Bianchini 

Trama
Nell’incantevole Polignano a Mare, Laura gestisce insieme a suo nonno Aldo una masseria cinque stelle. Nella vita avrebbe desiderato fare altro, ma la morte prematura dei genitori ha stravolto i suoi piani. Non le è rimasto altri che il nonno e non può certo lasciarlo da solo a gestire gli affari di famiglia, soprattutto in un momento difficile come quello che stanno attraversando. Proprio quando la situazione sembra essere fuori controllo, una golosa proposta da parte di un ricco americano sembra fare al caso loro. L’uomo prenota l’intera struttura per tre settimane scegliendola come location di un importante evento. Ma alla vigilia di quest’ultimo, una serie di circostanze sfortunate ne mettono a repentaglio la riuscita. I problemi di Laura, tuttavia, non finiscono qui... All’arrivo del misterioso americano, la ragazza si ritrova faccia a faccia con l’ultima persona che avrebbe voluto rivedere: Christopher Daniels, l’uomo che anni prima le ha spezzato il cuore. Troppe sono le questioni rimaste in sospeso tra Laura e Chris e ora, rinchiusi nello stesso hotel, la resa dei conti sembra inevitabile...
Una storia speziata e piccante che, con i sapori unici della Puglia, delizierà tutti i palati.

Le autrici
Anna Grieco è nata e vive in Puglia. Editor, madre e moglie a tempo pieno, le sue passioni sono la scrittura, la cucina, i libri e le serie tv. Per Leggereditore ha già pubblicato il romanzo Vendetta d’amore, scritto a quattro mani con Irene Grazzini.
Alexia Bianchini, classe 1973, è autrice di romanzi e racconti fantasy, horror e weird. È stata direttore del webmagazine Fantasy Planet, curatore editoriale per Ciesse e per Lite Edition. Attualmente cura una rubrica per True Fantasy e lavora come grafico in una multinazionale. 

venerdì 15 settembre 2017

|Top 5| Cliché che odio leggere

Bentornati sul blog cari lettori,
oggi parliamo di quell'argomento che solo scriverlo mi fa venire i brividi.
Sto parlando dei temuti e tanto odiati Cliché.
Quante volte leggendo ci è capitato di ''far ruotare gli occhi'' a causa dell'ennesimo clichè buttato lì durante la narrazione?A me è capitato tante, troppe volte.
Ed ecco qui la mia top 5.
*Che l'irritazione abbia inizio*

|Top 5| Cliché che odio leggere 

''Non sono/è come le altre ragazze''

Vi prego ditemi che anche voi siete stufi di leggere questa frase.
Che sia la stessa protagonista a dirlo o il ragazzo innamorato di turno, vi prego cancelliamo questa frase dalla sintassi di un romanzo!
Che bisogno c'è di confrontare una ragazza con altre?
Che bisogno c'è di dire che tutte le altre ragazze sono diverse e lei speciale?
Non è più elegante dire: ''Lei è speciale.'' ?(Punto! Senza confronto)

mercoledì 13 settembre 2017

|Recensione| The Hate U Give-il coraggio della verità di Angie Thomas

Bentornati sul blog cari lettori,oggi vi parlo di un romanzo che mi ha letteralmente riempito il cuore.Non solo con l'amore tra due ragazzi, ma attraverso l'amore dell'intera comunità che l'autrice è riuscita a creare.Sto parlando dell' ultima novità in casa Giunti : The Hate U Give-il coraggio della verità di Angie Thomas.

Genere: Contemporary/YA

Giunti
prezzo: 14 euro
pagine: 410
Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all'uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C'è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l'episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C'è una cosa che tutti vogliono sapere: cos'è successo davvero quella notte? Ma l'unica che possa dare una risposta è Starr. Quello che dirà - o non dirà - può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita.

 
Meraviglia.Meraviglia pura.Ecco cosa penso di questo romanzo.Nei ringraziamenti l'autrice scrive ''Siate rose che crescono dall'asfalto.'', per me la vera rosa è stata proprio lei.

''A volte si fa tutto nel modo giusto e va male lo stesso.L'importante è non smettere mai di fare la cosa giusta.''
The Hate U Give si è rivelato un romanzo intenso.Una favola moderna, da condividere con le persone che si amano e non.Un inno al coraggio, un inno alla vita.Lo proporrei come romanzo di formazione nelle scuole, perchè parlare di coraggio è un compito arduo ma l'autrice è riuscita a creare personaggi veri, in cui chiunque può facilmente ritrovarsi.

Ho amato Starr.Il suo coraggio, la sua lealtà, la sua voglia di cambiare gli avvenimenti ma soprattutto,  ho amato i suoi dubbi, le sue preoccupazioni, la sua sofferenza, è stato un lungo viaggio attraverso la sua vita che ripercorrerei altre mille volte.

martedì 12 settembre 2017

|Recensione| Aspettami fino all'ultima pagina di Sofia Rhei

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo del nuovo romanzo di Sofia Rhei Aspettami fino all'ultima pagina, uscito a fine agosto per la NewtonCompton Editori.
Un romanzo sul potere dei libri e una storia d'amore non convenzionale.
Curiosi?Continuate a leggere la recensione!

Genere: contemporary romance
Sofía Rhei
Newton Compton
Prezzo: 10.00 €

Silvia ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell’uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama… Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O’Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita…



Non mi soffermerò sulla trama questa volta, perchè credo che quella riportata qui sopra sia più che esplicativa,quello che vi dirò invece, sono tutte le sensazioni che il romanzo è riuscito a trasmettermi.

Silva non è l'ideale di donna a cui siamo abituati.
Non è forte, non è determinata e per alcuni sicuramente non ama nel modo giusto.
Ma chi siamo noi per giudicare una situazione che apparentemente non ci somiglia?
Siamo abituati all'ideale di donna  forte e coraggiosa ma tutti noi sappiamo quanto noi donne siamo alle volte fragili e ''dolcemente complicate''.
E Silvia ne è un esempio.
Quello che ho amato del romanzo è il suo percorso, da donna insicura e follemente innamorata della persona sbagliata, a caparbia e tenace, capace di prendere in mano le redini della sua vita, riuscendo a migliorare se stessa e trovare l' amore che forse meritava dall'inizio.
<<Non pensi di aver perso la capacità di amarsi,Silvia.Le malattie dell'anima sono come quelle del corpo: un po' di tempo, la cura adeguata, e tutto passerà.Nel giro di poco tempo tornerà ad essere quella di sempre, meglio di quella di sempre>>

mercoledì 6 settembre 2017

|Serie tv| Mozart in the jungle & Good girls revolt

Bentornati sul blog,
preparate i popcorn e un bel divano perchè oggi parliamo delle ultime serie tv viste *-*
Entrambe le trovate su Amazon Prime Video,quindi spero di lasciarvi degli spunti interessanti!
Non sono un critico cinematografico quindi vi dirò semplicemente la mia sincera opinione sulla serie tv, tralasciando tecnicismi di cui non saprei dirvi molto.


Genere: Commedia


Voto complessivo: 5/5
Protagonisti:5/5
Trama:5/5
Protagonista preferito:Rodrigo!!
Coppia preferita: Rodrigo-Hailey
Stagioni: 3-in corso

Trama
Rodrigo De Souza è un enfant prodige votato totalmente al suo ruolo di nuovo direttore dell'Orchestra Filarmonica di New York. Ribelle e ossessionato dalla propria immagine, con il suo genio e il suo stile di vita spiazzante, Rodrigo è la dimostrazione di quanto il mondo della musica classica sia accattivante tanto sul palcoscenico quanto dietro le quinte, dove i suoi frequenti interlocutori sono la giovane e bella oboista Hailey, la quale spera in una grande occasione e nel frattempo sbarca il lunario lavorando anche come babysitter, e il cinico e incattivito Thomas Pembridge, maestro storico dell'orchestra, messo in discussione per ragioni di marketing.

martedì 5 settembre 2017

|Recensione| Storie di vita al 30% di Antonella Capalbi

Bentornati sul blog cari lettori,oggi vi parlo della raccolta di Antonella Capalbi, Storie di vita al 30%.Un insieme di vite e di storie raccontate con una penna che sicuramente non tarderò a rileggere!


GENERE: RACCONTI
Edizioni Leima
pagine 87
prezzo 14 euro

Ci siamo mai chiesti se stiamo vivendo appieno la nostra vita? Siamo certi di essere ogni giorno al 100%? Antonella Capalbi muove da questi interrogativi per descrivere, con il suo stile agrodolce e attento, una serie di personaggi che non sarà difficile riconoscere. Ce chi è rimasto imbrigliato tra le parole che non ha mai detto, chi si fa bloccare da paure o pregiudizi, chi è incapace di dare un nome ai sentimenti. Dal ritmo incalzante, che diventa fulminio, i racconti dell'autrice sono accompagnati dal tratto secco ed essenziale dell'illustratrice Federica Zancato, capace di amplificare il deficit emotivo che connota il tempo in cui viviamo.








Una scrittura veloce ed incisiva, dei racconti brevi ma d'impatto e delle splendide illustrazioni.

Questo è Storie di vita al 30%.Quante volte ci è capitato di riflettere sulla nostra vita e vedere con i nostri occhi che non la stiamo vivendo appieno delle nostre forze, appieno delle nostre passioni?


Il linguaggio era la sua dimensione.Amava giocare con le parole e lasciava che le parole giocassero con lei, insegnandole ogni giorno inaspettati significati della realtà,come solo il linguaggio sa fare.

Perché vedere Atypical?

Vi siete mai sentiti nel posto sbagliato almeno una volta nella vita?Io credo di sì, ma immaginate chi si sente così da tutta la vita perchè soffre di autismo.


Cos'è l'autismo?Citando wikipedia '' L'autismo è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d'interessi e comportamenti ripetitivi''


E' proprio di questo che parla la nuova serie tv Netflix, Atypical, titolo perfetto perchè appena vedrete il primo episodio, penserete che è davvero   A T I P I C A. 



Perché vederla?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...