Ultime recensioni

sabato 14 ottobre 2017

|Recensione| Magic di Victoria Schwab

Bentornati cari lettori,oggi per aprire al meglio le porte del weekend ho per voi la recensione di uno dei fantasy più amati della globosfera, che fortunatamente per noi la Newton Compton Editori ha tradotto e portato per noi anche in Italia.Magic di Victoria Schwab è il primo volume, autoconclusivo, di una trilogia che a breve vedremo sul grande schermo!

GENERE:Fantasy

Newton Compton Editori
pagine 400
prezzo 9.90 (cartaceo)
Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a rimanere vivi...


Victoria Schwab con Magic ci porta con mano in un universo ricco di magia, unico, saturo di particolari che difficilmente dimenticherete ed una trama, impossibile da raccontarvi in poche righe.Ho amato i personaggi, tutti.E' la prima volta credo, che ho addirittura sperato in un capovolgimento di trama per il ''cattivo'' dalla situazione, perchè vi sarà impossibile non affezionarsi a lui.Holland parlo proprio di te (♥)
«Geloso?», chiese. Gli occhi bicolore del mago incrociarono quelli di Athos, il verde e il nero entrambi fermi, immobili. «Ha sofferto», aggiunse il re a bassa voce. «Ma non come te». Accostò ancor di più la bocca. «Nessuno soffre magnificamente come te». Eccolo, nella piega delle labbra di Holland, il lampo del suo occhio. Rabbia. Dolore. Audacia. Athos sorrise, vittorioso.

|Segnalazioni|

Bentornati cari lettori,
in questo appuntamento,che ormai fa tappa qui sul blog ogni settimana.Le difficoltà nel mondo dell'editoria non sono mai poche ed è per questo che ogni autore merita il nostro più caloroso augurio.



Titolo: Io Sono Il Buio
Autore: Maura Grignolo
Prezzo: ebook 0,99 € - cartaceo 9,40 €
Pagine: 327
Genere: Thriller Romance



Praga. Cassidy Bennet è una giovane fotografa di moda. Julian Cress è all'apparenza uno spietato uomo d'affari, ma in realtà è un uomo soffocato dal peso delle sue colpe e dei suoi demoni. Vivono in mondi diversi, fino al giorno in cui una foto scattata a quelle che sembrano due persone qualunque, li fa scontrare drammaticamente. Un rapimento, una scelta sbagliata e niente sarà più lo stesso. Julian si lascia coinvolgere per proteggere il fratello maggiore, addentrandosi ancora di più nel buio e nell'oscurità che albergano in lui. E mentre, contro ogni regola, Julian si innamora di lei, Cassidy è ignara che l'uomo che sta cominciando ad amare è il suo carnefice, colui che le ha distrutto la vita. Si ritroverà così in un turbine di paura e bugie, dove nessuna delle persone a lei care verrà risparmiata. Senza sapere di chi potersi fidare, Cassidy scoprirà a sue spese fin dove può spingersi un uomo per salvare tutto ciò che ama. E dove se ne spingerà un altro per salvarla dal baratro di follia che rischia di inghiottirla, disposto a tutto pur di non perderla.. Anche a morire per lei. Un Thriller dalle tinte Romance, pieno di colpi di scena in una città suggestiva, dove i buoni si confondono a più riprese con la malvagità delle proprie scelte. Nota dell'autrice: Gli errori fatti notare nei commenti sono stati prontamente revisionati e corretti. Grazie a chi me li ha segnalati.

venerdì 13 ottobre 2017

|Top 5| Cose da non fare (lit-blogger edition)

Buongiorno carissimi,
rieccomi con la rubrica più amata di sempre: la top 5!
L'argomento di oggi sarà:

Cose da non fare (lit-blogger edition)


Fare spoiler

Sembrerà banale ma non lo è.Non immaginate nemmeno quante volte leggendo in rete una recensione mi sia trovata davanti ad uno spoiler epocale!Sappiate che esiste un girone all'inferno per voi.


Giudizi negativi no sense

Mi spiego meglio.Troppe volte ormai, incorro in giudizi negativi non giustificati di romanzi e devo esservi sincera questo mi infastidisce e non poco.Sono la prima a trovare il pelo nell'uovo in ogni romanzo e amo le critiche costruttive e giustificate ma, quello che proprio non mi va giù sono le recensioni del tipo : Pinco legge un romanzo erotico e nella recensione, naturalmente negativa, scrive '' non mi è piaciuto perchè conteneva troppe scene di sesso esplicite''.Allora io a quel punto mi chiedo ''Ma non sapevi informarti sul genere, prima di leggerlo?'' Sappiamo tutti che le recensioni negative fanno gola, ma almeno scrivetele con cognizione di causa e non additando un romanzo per le caratteristiche tipiche del genere.

lunedì 9 ottobre 2017

|Anteprima| Il viandante di Jane Harvey Berrick Traveling Series #1

Cari lettori, continuano le sorprese!La Delrai Edizioni ad Ottobre pubblicherà

Il primo romanzo della Traveling Series dalla penna ipnotica della scrittrice Jane Harvey-Berrick, un successo internazionale che ha fatto innamorare migliaia di lettori.

|Anteprime| Uscite Leggereditore Ottobre

Buon pomeriggio cari lettori,
qui di seguito trovate le uscite di Ottobre targate Leggereditore dal 12 in ebook,mentre dal 26 in libreria!
Non lasciarmi andare è il nuovo romanzo dell'autrice Catherine Ryan Hyde che sicuramente ricorderete per il romanzo La formula del cuore, mentre Fino all'ultima parola è la tanto attesa traduzione italiana del romanzo Every last word della Stone, apprezzatissimo oltreoceano!

NON LASCIARMI ANDARE, CATHERINE RYAN HYDE


(pp.208 - prezzo 16€)

Cosa succede se l’unico modo per salvare tua madre è doverla abbandonare?

Grace, dieci anni, vive nella periferia degradata di Los Angeles con una madre tossicodipendente che la trascura e il rischio di essere affidata ai servizi sociali. C’è solo una persona che può aiutarla a uscire fuori da questa situazione e donarle una nuova speranza: Billy Shine, il suo vicino di casa. Un tempo ballerino di Broadway, Billy è ora un uomo solitario, in preda a continui attacchi di panico, spaventato dalla gente e dal mondo fuori le quattro mura della sua casa. Le sue giornate scorrono silenziose, perfettamente orchestrate da una routine da cui raramente riesce a fuggire. Tutto cambia, però, quando nella sua vita irrompe la piccola Grace, proponendogli un piano audace e coraggioso per aiutare la madre a disintossicarsi. Billy si mostrerà per lei un fidato alleato, pronto a farsi in quattro. L’impresa, d’altra parte, è di quelle che ridanno senso all’esistenza e nuova fede nell’amore puro e incondizionato. Ma non è affatto facile, perché per aiutare la madre di Grace sarà necessario privarla della cosa di cui ha più bisogno: sua figlia.
Emozioni, coraggio e sfide da affrontare per una storia intensa che vi farà commuovere.



Catherine Ryan Hyde, classe 1955, vive a Cambria, in California. Scrittrice poliedrica e vivace, ha pubblicato numerosi romanzi e raccolte di racconti, grazie ai quali ha ricevuto importanti riconoscimenti letterari. Tra le sue opere più famose ricordiamo La formula del cuore (Piemme, 2000), tradotto in 23 lingue e da cui è stato tratto un film con Kevin Spacey, Un sogno per domani. Con Non lasciarmi andare fa il suo ingresso nel catalogo Leggereditore.

|Recensione| Io e te come un romanzo di Cath Crowley

Bentornati sul blog cari lettori,

oggi per iniziare al meglio la settimana vi propongo la recensione di uno dei romanzi più chiacchierati del momento: Io e te come un romanzo di Cath CrowleyCuriosi di conoscere questa storia?

GENERE:YA

DeA
Pagine 280
Prezzo 14.90
Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come il giorno in cui Rachel ha detto addio al suo migliore amico, Henry Jones. Era una sera d'estate, e lei stava per trasferirsi dall'altra parte del Paese. Ma, prima di andarsene, si era nascosta nella libreria gestita dai Jones e aveva infilato una lettera nel libro preferito di Henry. Una lettera d'amore a cui Henry non aveva mai risposto. Ora, però, sono passati tre anni e quel giorno sembra lontano una vita intera. Perché nel frattempo il fratello di Rachel è morto, e lei è l'ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e l'unica via d'uscita sembra tornare a casa. Dalle cose che Rachel ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano quindi a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle parole. E, mentre tra gli scaffali impolverati della libreria si intrecciano le storie di tutta la città, Rachel e Henry si ritrovano. Perché non c'è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovare se stessi.



Mi capita molto spesso di parlare con altri lettori e puntualmente quando fuoriesce il tema YA, spesso i nostri pareri non coincidono.Il problema è che molti hanno un'opinione piuttosto stereotipata del genere, persone ormai deluse dal genere YA perché tutti uguali, privi di contenuti e chi più ne ha più ne metta. Ogni volta quindi mi ritrovo a dover difendere un genere dicendo che non sono tutti uguali e che sull'insuccesso del singolo non si possono far basare tutti pregiudizi di un'intera categoria, fatta di storie da leggere tutte d'un fiato,personaggi ricchi di spessore  e pieni di sentimenti puri. Puri perché non troverete mai romanzi in cui le varie emozioni sono descritte con la schiettezza e la fragilità tipiche di un adolescente. Io e te come un romanzo è un perfetto esempio da portare a chi non crede più nel YA, a chi crede che siano solo romanzi per ragazzi,a chi si rifugia negli stereotipi. Potreste stupirvi della quantità di emozioni che riuscirà a regalarvi.
«Va’ a dormire» gli dice suo padre. «Domani andrà meglio.» «Senza offesa, papà» ribatte Henry «ma l’amore non corrisposto fa schifo a qualsiasi ora del giorno. Forse la mattina è anche peggio, perché hai tutta la giornata davanti.» «Non mi offendo» dice Michael. «Non hai tutti i torti.»

venerdì 6 ottobre 2017

|Top 5| Cose da non fare autore emergente edition

Buongiorno cari lettori,

rieccomi con la rubrica più amata del blog le Top 5!L'argomento di oggi sarà:


Cose da non fare -autore emergente edition-



Non contattate il primo blog che vi capita di vedere

Prima di contattare un blog informatevi sui gusti letterari di chi lo gestisce.Soprattutto, prima di inviare una mail date uno sguardo al blog per capire con chi vi state relazionando( per evitare figuracce del tipo ''Ciao Federica'', credevo di chiamarmi Sara, ma magari mi sbaglio).Siamo in tante/i, riuscirete a trovare la/il blogger che fa al caso vostro.


 Lasciate a noi il compito di giudicare la vostra opera

Ho letto numerosissime e-mail in cui mi si diceva ''è un romanzo entusiasmante con una scrittura ipnotica ecc ecc.'' LASCIATE A NOI il giudizio.Altrimenti, a quale scopo decidete di contattare un bookblogger?

giovedì 5 ottobre 2017

|Recensione| Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale

Buongiorno cari lettori,la chiacchierata di oggi riguarderà uno dei seguiti che attendevo con ansia da maggio scorso.Sto parlando di  Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale, seguito di Ogni cosa a cui teniamo, romanzo che avevo amato con tutta me stessa.Il seguito sarà stato altrettanto convincente?


GENERE: Contemporary romance
Leggereditore
Pagine 265
prezzo 18 euro

Due mesi prima di sposarsi, James Donato scompare in mare, in Messico, impegnato nelle ricerche di suo fratello Phil, invischiato in traffici illeciti. Sei anni più tardi, lo stesso uomo dato per disperso riemerge dal suo stato di fuga dissociativa in cui era piombato quel maledetto giorno, per ritrovarsi protagonista di un'altra vita, con un nuovo lavoro e un nuovo nome. Vedovo e padre di due figli, vive a Oaxaca insieme a sua cognata Natalya, un'ex surfista professionista, con cui ha condiviso gli anni più bui. Di colpo le due esistenze parallele collidono e torna vivido il ricordo di Aimee, il suo grande amore, e con esso l'esigenza di ritrovarla. Ma anche Aimee si è rifatta una vita, si è sposata e ha avuto un bambino. A James rimangono i suoi due figli e Natalya, l'unica persona su cui può contare, soprattutto ora che suo fratello Phil, appena uscito di prigione, è disposto a tutto pur di impedire che James riveli quello che ha visto in Messico, quel lontano giorno di sei anni prima...




Possibili spoiler per chi non ha letto il primo volume

Tutti quelli che hanno letto ''Ogni cosa a cui teniamo'' ricorderanno la sua fine, o meglio LA FINE. Sì perchè quella raccontata nel primo libro era una vera bomba ad orologeria pronta ad esplodere.
La stessa bomba che in questo secondo capitolo, a piccoli passi ed in punta di piedi verrà disinnescata, ma vi avverto non sarà un percorso facile, quindi munitevi di cerotti per il vostro fragile cuore perchè Kerry Lonsdale è tornata e con questo romanzo mi ha dato il colpo di grazia.
''E ora sapevo.In tutta onestà, da quando mi ero svegliato in ospedale non avevo mai smesso di aver paura.''

lunedì 2 ottobre 2017

|Recensione| Senza filtri di Lily Collins

Buon lunedì cari lettori,
oggi vi parlo di un'autobiografia dolce, intima e ricca di amor proprio.
Parliamo infatti, di Senza filtri di Lily Collins.
Curiosi di conoscere da vicino l'attrice che in pochi anni è diventata una delle più seguite e apprezzate nel mondo cinematografico?

GENERE: AUTOBIOGRAFIA
Fabbri Editori
Pagine 223
Prezzo: 15,90
Ogni ragazza, prima o poi, si trova davanti a delle sfide importanti: accettare il proprio corpo, affrontare relazioni difficili, superare paure che sembrano insormontabili. Ed è successo anche a Lily. Lily sa che cosa vuol dire vivere per metà nella luce e per metà nel buio. Anche lei sa cosa vuol dire lottare per salvarsi. Significa guardarsi allo specchio e amarsi, accettare di essere strane e vulnerabili, ma proprio per questo meravigliose. E spesso, per riuscire a fare quel piccolo grande passo, basta qualcuno che ti prenda la mano e che ti dica che non sei solo.












Per chi non la conoscesse, Lily Collins è un'attrice britannica, trasferitasi poi a LA.Famosissima per il ruolo di Clary nell'adattamento cinematografico del primo film di Shadowhunters e per aver interpretato Rosy nel film Scrivimi ancora (questo film è una perla rara, vedetelo se non l'avete ancora fatto).Recentemente è stata la protagonista del film Fino all'osso, originale Netflix.
''Io e lui ci amavamo.Pensavo di avere bisogno di lui perchè mi completasse, per sopravvivere,perchè era ciò che lui voleva farmi credere.Avevo paura di dirgli addio;[...]Ma non avrò mai bisogno di qualcuno che mi completi.Mi basto da sola.Sfortunatamente,all'epoca non avevo ancora imparato questa lezione.'' 
Fatte le dovute premesse, io non posso che dirvi CORRETE IN LIBRERIA E PRENDETE QUESTO LIBRO.Che voi siate sue fan o meno, sono pagine in cui chiunque può ritrovarsi, emozionarsi e condividere parti della propria vita.

Tutti siamo stati almeno una volta feriti,
abbiamo pensato di non farcela,
ci siamo trovati da soli a dover fare i conti con noi stessi,
siamo caduti nel baratro e credevamo di non farcela,
tutti abbiamo dei sogni,
tutti abbiamo bisogno di sentirci amati.

mercoledì 27 settembre 2017

|Recensione| Augustus di John E. Williams

Buon pomeriggio cari lettori,
con queste giornate uggiose e di inizio autunno, cosa può esserci di meglio di un ottimo libro da leggere?
Augustus di John E. Williams è proprio quello che fa al caso vostro.
L'autore nel non lontano 1973 vinse, infatti, il National Book Award.
Curiosi?Continuate a leggere!

Genere:Romanzo storico epistolare
Traduzione di Stefano Tummolini
pagine 410
prezzo 18 euro
Uno dei migliori romanzi storici di tutti i tempi e un capolavoro della letteratura americana contemporanea, Augustus è uno scavo psicologico profondo e intimo che fa riflettere sulla solitudine che si nasconde dietro al potere.

Sono le Idi di marzo del 44 a.C quando Ottaviano, diciottenne gracile e malaticcio ma intelligente e ambizioso quanto basta, viene a sapere che suo zio, Giulio Cesare, è stato assassinato. Il ragazzo, che da poco è stato adottato dal dittatore, è quindi l’erede designato, ma la sua scalata al potere sarà tutt’altro che lineare.
John Williams ci racconta il principato di Ottaviano Augusto e i fasti e le ambizioni dell’antica Roma attraverso un abile intreccio di epistole, documenti, diari e invenzioni letterarie da cui si scorgono i profili interiori dei tanti attori dell’epoca, i loro dissidi, le loro debolezze: l’opportunismo di Cicerone, la libertà e l’ironia di Orazio, la saggezza di Marco Agrippa, la raffinata intelligenza di Mecenate, ma soprattutto l’inquietudine di Giulia, una donna profonda e moderna, che cede alla lussuria quanto alla grazia.
Un capolavoro della narrativa americana che, fra ricostruzione storica, finzione e perfezione stilistica, non manca mai di dialogare con il presente, e in cui la grande storia è lo spunto per riflettere sulla condizione umana, sulle lusinghe del potere e sulla solitudine di chi lo esercita.

John E. Williams con Augustus ha dato prova di grande sensibilità e ricercatezza.
Ha dotato di voce e cuore  personaggi che hanno scritto la storia di Roma(e non solo) con un'abilità estrema.
Come sai, molto è stato detto su quegli occhi, spesso in cattiva metrica e prosa anche peggiore; credo che ne abbia ormai fin sopra i capelli, di sentirli descrivere con metafore e quant’altro, sebbene un tempo, forse, ne andasse fiero. Erano comunque, già allora, straordinariamente chiari e penetranti – più cerulei che grigi, direi, anche se a
colpirti non era il colore, ma la luce...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...